#IoDecido di manifestare!

Rete cittadina #iodecido / Verso l’#8M

Sabato 8 marzo dalle ore 14 assemblea pubblica davanti al Consultorio di P.zza dei Condottieri 34 al Pigneto Corteo cittadino a partire dalle ore 15
La libertà di scelta delle donne non si tocca!!!
Per una donna che debba praticare una interruzione di gravidanza o debba assumere un contraccettivo di emergenza (pillola del giorno dopo) in Italia si apre una vera
corsa ad ostacoli!
La legge 194 che regolamenta l’interruzione volontaria di gravidanza (IVG), viene di fatto disattesa a causa dell’obiezione di coscienza che viene esercitata dalla quasi totalità dei ginecologi.
Primo ostacolo: trovare un centro in cui si pratica l’IVG
A causa del ristretto numero di medici che praticano l’IVG, molti centri hanno già chiuso e tanti sono sul punto di chiudere.
Molte donne che si trovano nella situazione già drammatica di dover affrontare un aborto, sono costrette a spostarsi di provincia e a volte anche di regione per trovare un centro in grado di accoglierle.
I Consultori Familiari possono per legge aiutare una donna che deve abortire, indirizzandola e orientandola. Peccato che li stiano chiudendo!
Secondo ostacolo: trovare un ginecologo
E’risaputo che i medici non obiettori sono sottoposti ad un maggior carico di lavoro e in genere non “fanno carriera”, per questi motivi molti ginecologi scelgono di obiettare nelle strutture pubbliche (mentre, in molti casi, praticano l’aborto nelle strutture private).
In Italia ci sono ospedali dove non c’è neppure un ginecologo non obiettore, nonostante la legge preveda che ogni struttura debba garantire il rispetto della legge 194 e quindi l’IVG.
Terzo ostacolo: non basta il ginecologo
Oltre ai ginecologi, anche molti anestesisti praticano l’obiezione di coscienza, paralizzando spesso il servizio a tutto svantaggio della donna che si trova a dover abortire. La cronaca riporta casi in cui anche infermieri o portantini si sono rifiutati di dare assistenza alle donne che hanno scelto l’IVG.
Quarto ostacolo: farsi prescrivere la pillola del giorno dopo
Molti ginecologi obiettori si rifiutano di prescrivere la pillola del giorno dopo, nonostante sia un farmaco anticoncezionale, creando un danno alla donna che ha urgenza di assumerlo (prima si assume più è efficace).
Quinto ostacolo: trovare un farmacista che te lo venda
Molti farmacisti esercitano impropriamente l’obiezione di coscienza sulla pillola del giorno (non è un farmaco abortivo!), rifiutandosi di venderla anche con delle scuse (per esempio dicendo che è finita).

Che fare?

Prima ipotesi (da evitare):
Questo stato di cose costringe molte donne a rivolgersi ai privati, secondo un disegno che ci sembra molto ben studiato e che arricchisce le cliniche private o convenzionate.
Seconda ipotesi (da evitare):
Forse non tutte sanno che ancora vengono praticati molti aborti in strutture e da personale inadeguato a causa delle difficoltà a trovare un centro pubblico in cui si pratichi l’IVG.
Terza ipotesi (quella buona):
  • Proviamo a cambiare le cose!
  • Facciamo valere i nostri diritti!
  • Pretendiamo di avere Consultori pubblici, laici e gratuiti.
  • Pretendiamo di avere la pillola del giorno dopo nel momento in cui ci serve.
  • Pretendiamo di trovare sempre un ginecologo non obiettore in grado di aiutarci.
  • Pretendiamo di poter effettuare l’aborto farmacologico (RU486), meno invasivo di quello chirurgico, senza ricovero, come in molti paesi.
  • Pretendiamo di essere noi a decidere sul nostro corpo e non medici, ministri o aziende ospedaliere!

Nessun passo indietro sui diritti delle donne! Vogliamo garantita l’applicazione della legge 194!

sabato 8 marzo dalle ore 14 assemblea pubblica davanti al Consultorio di P.zza dei Condottieri 34 al Pigneto alle ore 15 partirà il corteo cittadino
Assemblea delle donne del Consultorio di Piazza dei Condottieri
Centro Donne D.A.L.I.A.
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...