Chiare, fresche et dolci acque: i risultati delle analisi

LagoExSnia

Chiare, fresche et dolci acque

I risultati delle prime analisi delle acque del Lago ex Snia

Il 16 febbraio, in occasione della giornata “NoTav e Resistenze territoriali alle devastazioni” in cui si è svolta un’assemblea sulle sponde del lago, sono stati raccolti due campioni, al centro e vicino alla riva destra, per un primo screening di alcuni parametri base delle acque.

Cosa abbiamo analizzato

Abbiamo effettuato delle analisi standard tramite un laboratorio certificato, utilizzate normalmente per verificare la presenza di microrganismi e sostanze chimiche pericolose per la salute.
Il gruppo dei coliformi, (tra cui Escherichia coli normalmente presente nell’intestino crasso dell’uomo) avendo un habitat prevalentemente intestinale, costituisce un buon rivelatore di contaminazione fecale sia per le acque sia per gli alimenti; questi batteri, infatti, raggiungono le acque superficiali soprattutto attraverso gli scarichi fognari e, attraverso il ciclo dell’acqua, possono raggiungere anche le falde acquifere.
Gli streptococchi fecali hanno caratteristiche simili al gruppo precedente ma sono più resistenti, quindi vengono utilizzati come indicatori di inquinamento pregresso.
Pseudomonas aeruginosa è un batterio ubiquitario, considerato un patogeno opportunista nell’uomo che provoca infezioni che si contraggono soprattutto in ambito ospedaliero.
Il cloro attivo libero è un’analisi di routine per acque destinate a consumo umano e per le piscine.
Il pH indica la capacità di reazione chimica, cioè l’acidità-basicità delle acque, che in acque non inquinate da sostanze chimiche è sempre intorno alla neutralità (pH=7)
I metalli pesanti (piombo, mercurio, cadmio, cromo) normalmente presenti in tracce, con valori maggiori indicano inquinamento da traffico veicolare e da residui industriali.

I risultati

Risultati delle analisi delle acque
Risultati delle analisi delle acque

Abbiamo messo a confronto i risultati con i limiti imposti dalla normativa sulle acque per la potabilità, la balneabilità e per le acque superficiali, intese come acque potenzialmente utilizzabili per il consumo umano dopo un trattamento. Tutti i parametri analizzati risultano essere conformi ai limiti di balneabilità e a quelli per le acque superficiali. Per quanto riguarda l’uso potabile, che prevede la totale assenza di batteri, i valori di streptococchi fecali e coliformi totali sono fuori dai limiti mentre il cloro, il pH e i metalli pesanti risultano all’interno dei limiti di potabilità.

Quindi, che significa?

Quello che si può concludere è che per i parametri analizzati l’acqua del lago è acqua “pulita” in quanto la presenza di batteri al di sotto dei limiti di balneabilità indica che non ci sono contaminazioni provenienti da fognature o scarichi, nemmeno di tipo pregresso, ma è la normale presenza in un lago naturale. Questi risultati sono più che positivi se si pensa alla posizione del lago, all’interno di una delle zone più densamente abitate di Roma, in cui l’inquinamento prodotto dal traffico veicolare elevato viene dilavato dalle piogge che si arricchiscono di metalli pesanti e in un’ex area industriale in cui si usavano solventi chimici. Ancora più positivi se si confrontano con quelli dei laghi in cui d’estate molti romani vanno a fare il bagno, come Bracciano e Castel Gandolfo numerose volte interdetti alla balneazione per valori di coliformi e streptococchi superiori di ben 100 volte i limiti di legge.

Prossimi passi

Alla luce di questi risultati, che confermano la natura sorgiva dell’acqua del lago, già dimostrata dalle carte idrogeologiche che evidenziano la profondità della falda acquifera a 5 m dal piano di campagna, la tutela di questa risorsa preziosa deve essere immediata e abbiamo quindi inoltrato alle istituzioni competenti:

  • Richiesta per l’inserimento del lago ex Snia Viscosa, di via Prenestina 175, nel Demanio idrico lacuale.
  • Osservazione al Piano Territoriale Paesistico Regionale per la presa in atto del lago nell’area ex Snia indicata a “Paesaggio naturale” a tutela della sua elevata biodiversità; che si estenda la destinazione a “Paesaggio naturale di continuità” a tutta la parte restante del complesso industriale dismesso della Viscosa, a garanzia della fascia essenziale di protezione ambientale che tale zona costituisce, e a tutela e integrazione delle sue preminenti valenze paesistiche.

Richieste che dovrebbero essere automatiche secondo la normativa europea sulle acque (Direttiva 2000/60/CE), recepita dall’Italia, che impegna ogni stato membro a recensire, salvaguardare e monitorare i corpi idrici anche di origine artificiale e dal decreto legislativo (Dlgs 152/99), relativo alla tutela e protezione delle acque dall’inquinamento che stabilisce l’obiettivi di raggiungere un “buono” stato di qualità ambientale del corpo idrico in funzione della capacita’ dei corpi idrici di mantenere i processi naturali di autodepurazione e di supportare comunità animali e vegetali ampie e ben diversificate.
Alla luce di queste analisi è ancora più importante proseguire il percorso di studio scientifico che da Ottobre 2013 ha portato studiose e studiosi a mettere in gioco le proprie competenze per conoscere e valorizzare l’ecosistema lacustre. E ancora con più forza rivendichiamo il diritto di tutte e tutti ad usufruire di questo ” laboratorio a cielo aperto” unico nella città di Roma.

IMG_0237_lago-exsnia _scattomancino_com

Annunci

2 pensieri su “Chiare, fresche et dolci acque: i risultati delle analisi

  1. Pingback: Acque pulite, smascherato Pulcini « Lago eXSnia

  2. Pingback: Prima Giornata di Studio dell’Ecosistema del Lago ex Snia | Lago eXSnia

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...