“Il LAGO CHE VOGLIAMO” seconda giornata di progettazione Sabato 18 Aprile

lago_vista_2_

Sabato 14 Marzo, nel primo appuntamento per la progettazione, in una giornata partecipata da decine di persone e dal Dipartimento alle Periferie del Comune di Roma abbiamo iniziato a delineare il lago che vogliamo.

Tanti gli interventi durante la mattinata su quegli elementi individuati come “identitari del paesaggio“: dalle fasce di vegetazione ripariale che proteggono le acque sorgive e le numerose specie di uccelli dalle minacce ambientali di uno dei quartieri più trafficati della città, ai muri perimetrali della fabbrica che racchiudono quasi un secolo di storia del quartiere, della vita e delle lotte di operaie e operai, al rifugio antiaereo e i suoi cunicoli che si snodano sotto il Parco delle Energie perfettamnete conservati ma ancora inaccessibili perchè nella parte dell’area dell’ex snia ancora in mano al palazzinaro Pulcini.

Tutti elementi naturalistici e storici che delineano un paesaggio da conservare in modo attento ed integrale perchè unico non solo per chi lo vive ma per tutta la città.

DSC07364

Nel pomeriggio abbiamo iniziato a tessere una rete, ecologica e sociale con le aree verdi e con  i comitati che le tengono vive che non solo permettono ad una specie come la volpe di arrivare fino a pochi chilometri dal centro, ma che formano un arcipelago di isole sempre più frammentate dal cemento, molte non accessibili, molte “tutelate” ma poi di fatto abbandonate dalle istiuzioni a livello economico e gestionale, molte sotto un’incombente scure speculativa.

Ne abbiamo parlato in una tavola rotonda con il Comitato Caffarella, il Centro Cultura Ecologica Parco Regionale Urbano d’Aguzzano, l’Osservatorio Casilino, i Comitati Casalbertone, Torrione e Certosa e il Comitato di Quartiere Pigneto Prenestino e ne continueremo a parlare sabato 18 Aprile, nella seconda giornata di progettazione.Tavola Rotonda Rete Ecologica 14 Marzo

oltrem

Queste giornate serviranno per delineare le linee guida e le mappe del lago e dell’area che da agosto del 2014, con l’annessione al Parco delle Energie e lo stanziamento di 500.000 euro è stata strappata definitivamente al privato, dopo aver bloccato i numerosi tentativi di speculazione, ultime le quattro torri da 100 metri. Un’area espropriata del Comune e destinata a verde pubblico dal 2004 e che per dieci anni è stata  negata a chi vive in quartieri con meno della metà della dotazione di verde procapite. Solo la lotta fatta di partecipazione e autorganizzazione di tante e tanti che hanno impiegato tempo, energia, entusiasmo e competenza sta riuscendo ad immaginare e a progettare il futuro di un’area, riserva di biodiversità e memoria, di cui possano usufruirne tutt*  come bene collettivo e duraturo.

La SECONDA GIORNATA DI PROGETTAZIONE sarà SABATO 18 APRILE (NON IL 28 MARZO COME PRECEDENTEMENTE COMUNICATO): “Il piano di assetto del parco”

A breve la pubblicazione degli atti e degli elaborati grafici!!

INIZIATIVA PROMOSSA DAL FORUM TERRITORIALE PERMANENTE PARCO DELLE ENERGIE IN COLLABORAZIONE CON L’ASSESSORATO ALLE PERIFERIE DEL COMUNE DI ROMA

PARCO SUBITO – LAGO PER TUTT* – CEMENTO PER NESSUNO

INFORMATI – COMUNICA – LOTTA

lago@comitatoparcoexsnia.org

fb https://www.facebook.com/lagoexsnia

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...