Oggi Roma ha un lago…ora viviamolo!

Oggi Roma ha un lago…

ora viviamolo!

Sabato 20 e domenica 21 visite guidate storico – naturalistiche dalle 15:00 alle 18:00

01

Questa è la storia di un sogno che si avvera.

A più di 20 anni dalla sua nascita, il lago ha vinto, ora è di tutt*!
La lotta contro la cementificazione ha sconfitto ancora una volta
Pulcini e i suoi protettori politici.

Da questo mese tutti e tutte potranno conoscere questo partimonio storico e naturalistico.

Con la Breccia di Portonaccio non solo abbiamo aperto l’area pubblica che ci veniva negata da dieci anni, salvato il parco necessario ad aumentare la qualità della vita di quartieri sommersi da traffico e smog e liberato l’unico lago naturale di Roma, ma abbiamo anche buttato giù il muro di connivenza e prepotenza della cemento connection, infliggendo un duro colpo ai poteri forti che fino all’ultimo hanno provato a bloccare questo percorso di riappropriazione.

Il Comune di Roma dopo dieci anni si è dovuto prendere le sue responsabilità per non perdere l’esproprio dell’area entro i termini massimi del 14 agosto scorso. Spinto dalle mobilitazioni e dal successo del video della nostra canzone “Il lago che combatte” degli Assalti Frontali e il Muro del Canto, finalmente arrivano gli atti dovuti: stanziati i 500mila euro che renderanno possibile la realizzazione del Parco intorno al Lago, l’apertura dell’ingresso su via di Portonaccio e la perimetrazione dell’area pubblica con la realizzazione della recinzione in questi giorni.

Contemporaneamente dalla Regione un altro ottimo risultato per la salvaguardia di questo bene comune. La nostra istanza per la demanializzazione del lago e l’istituzione di Monumento Naturale ha trovato il voto favorevole di una maggioranza ampia in consiglio e prossimamente procederemo per rendere concreta questa indicazione politica.

La lotta paga! La lotta continua! La lotta prosegue fino all’esproprio di tutta l’ex SNIA, per spazzare via le mire speculative di Pulcini e le storie torbide del partito del mattone!

Ora facciamo il parco. La voglia di tutti noi è di poter usare e prendersi cura di questo spazio, custodirlo e renderlo fruibile da subito attraverso delle visite guidate storico-naturalistiche. Dopo averlo immaginato prima e liberato poi, ora lo progettiamo e lo realiziamo. Almeno una volta al mese organizzeremo iniziative e continueremo gli studi scientifici. Abbiamo lanciato una Call internazionale, rivolta a tutti gli architetti, designer, creativi che vorranno aderire. I primi arredi del parco, progettati con criteri di bioedilizia e di riuso, saranno allestiti con i 20mila euro raccolti negli anni con la festa del 25 aprile, secondo una progettazione partecipata ecosestenibile.

Il prossimo appuntamento per vivere il lago è per sabato 20 e domenica 21. Dalle 14:00 ci si può iscrivere alla Casa del Parco delle Energie in via Prenestina 175. La visita guidata durerà in tutto un’ora, la prima parte si svolgerà nel parco e la seconda parte nell’area del lago. Le visite si svolgeranno in gruppi massimo di 50 persone e che partiranno ogni 30′ accompagnati da una guida.

E il 12 ottobre, ad un anno dalla prima discesa..sarà FESTA!

Annunci

Un pensiero su “Oggi Roma ha un lago…ora viviamolo!

  1. L’ha ribloggato su transiberianie ha commentato:
    segnalato da barbarasiberiana
    A Roma c’è un lago.
    E’ un lago speciale, “figlio” inatteso di un progetto di speculazione edilizia che, dopo decenni di lotta portata avanti dagli abitanti del quartiere, dovrebbe essere stato definitivamente fermato.
    L’area interessata è quella della exSnia, fabbrica di viscosa chiusa negli anni ’50, passata successivamente di mano e acquistata nel 1990 dalla Pinciana 188 srl. L’area è di pregio, con la presenza di una pineta storica sottoposta a tutela dal 1968.
    Il progetto relativo alla costruzione di alcuni insediamenti produttivi, per il quale era stata rilasciata, nello stesso anno, concessione edilizia sulla base di false planimetrie, è stato solo il primo di numerosi tentativi di speculazione. Nel corso dei lavori, in seguito alla realizzazione di uno scavo di sbancamento profondo una decina di metri, è stata intercettata la falda e si è formato il lago. La proprietà dell’area ha tentato di eliminare l’acqua convogliandola nelle fognature, causando l’esplosione delle condotte e il conseguente allagamento di largo Preneste.
    Il quarto tentativo di speculazione è del 2013, con il progetto di copertura del lago e della costruzione di edifici per 55000mc. Gli abitanti danno inizio ad una nuova mobilitazione, per salvare l’area dal cemento, ottenere l’istituzione di un parco salvando così il lago e restituendo definitivamente alla collettività l’area.
    La storia dell’area ExSnia la trovate QUI, ma è stata efficacemente raccontata in questa canzone

    Gli stanziamenti per l’acquizione dell’area sono arrivati. Ora si può cominciare a “vivere il lago”.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...